invia/condividi stampa feed rss

Dichiarazione di nascita

Modalità: La denuncia di nascita può essere fatta da un genitore, da un procuratore (munito di procura speciale), o il medico, l'ostetrica o altra persona che abbia assistito al parto. La denuncia di nascita può essere effettuata:
- entro dieci giorni presso l'Ufficio di Stato Civile del Comune nel quale è avvenuta la nascita;
- entro tre giorni presso il presidio ospedaliero ove è avvenuta la nascita;
- entro dieci giorni presso il Comune di residenza dei genitori o in caso di residenza diversa di regola presso quello della madre

Al momento della denuncia occorre presentare:
- attestazione di nascita rilasciata dalla Direzione Sanitaria dell'ospedale ove è nato il bambino;
- documento d'identità valido dei dichiaranti.

Quando la dichiarazione è resa presso il presidio ospedaliero, è a cura di quest'ultimo trasmettere l'atto al Comune ove ha sede l'Ospedale o, su specifica richiesta dei genitori, l'atto viene trasmesso al Comune di residenza della madre.

Osservazione: nel caso in cui i genitori non siano legati tra loro da vincolo matrimoniale ed intendano riconoscere il figlio, devono essere presenti entrambi per sottoscrivere la denuncia di nascita.
L'atto di nascita sarà immediatamente registrato e comunicato all'Ufficio Anagrafe perché si provveda all'iscrizione del nuovo nato nell'anagrafe delle persone residenti.

L'Ufficio Anagrafe trasmetterà telematicamente i dati del bambino al Ministero delle Finanze che provvederà ad inserirli nell'anagrafe tributaria e ad attribuire il numero di codice fiscale. I genitori riceveranno all'atto della dichiarazione di nascita l'indicazione di tale codice attribuito da parte del Comune e successivamente il tesserino da parte del Ministero delle Finanze.