invia/condividi stampa feed rss

AUTENTICAZIONE DI FIRME

Nei rapporti con la Pubblica Amministrazione e con i gestori di pubblici servizi, l'autentica di firma su domande o dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà si intende soddisfatta allegando copia fotostatica di un documento di identità . È richiesta l'autentica della firma solo per la riscossione da parte di terzi di benefici economici (esempio deleghe per la riscossione di pensioni). Nei rapporti coi privati che vi acconsentano, è necessaria l'autenticazione della firma, ed è indispensabile che la sottoscrizione avvenga in presenza dell'impiegato addetto. Non possono comunque essere autenticate in Comune firme su atti che stabiliscono un rapporto giuridico tra privati (procure, autorizzazioni, contratti, quietanze ecc.) Documentazione da presentare:

  • documento d'identità;
  • eventuale marca da bollo da € 14,62 se non è prevista esenzione dal bollo.

AUTENTICAZIONE DI COPIE

Nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, la conformità di una copia di un atto o documento conservato o rilasciato da una pubblica amministrazione, di una pubblicazione, di titoli di studio e di servizio e dei documenti fiscali può essere attestata con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà. Tale dichiarazione può essere apposta in calce alla copia stessa. Nei rapporti coi privati, per ottenere l'autenticazione di una copia, è indispensabile l'esibizione del documento originale. Documentazione da presentare:

  • documento originale;
  • documento d'identità;
  • eventuale marca da bollo da 14,62 euro se non è prevista esenzione dal bollo.

In nessun caso può essere autenticata una copia da un'altra già autenticata